Consenso all'uso dei cookie

Tu sei qui

Istruzione

Sei ciò che impari ogni giorno, e ciò che ogni giorno trasmetti a qualcun altro

Pensi fortemente che educare e scoprire siano i mestieri più belli al mondo. Credi che studiare sia l’unico vero modo per emanciparsi. E ti aspetti che siano premiati la qualità e l’impegno dell’insegnamento, utilizzando anche ciò che le tecnologie possono dare per sostenere la formazione e rafforzare i legami con il mondo del lavoro.

Articoli

Proponiamo a 1000 italiani residenti in Europa di tornare nella scuola in cui hanno studiato a parlare di integrazione europea e della propria esperienza di vita e lavoro in Europa. Per condividere la storia dell’Europa, di cui i ragazzi hanno sete. 

Una proposta di iniziativa per +Europa, che punta a riportare studenti, personale scolastico, dottorandi e professionisti di ogni età che hanno in passato preso parte al programma Erasmus, tra i banchi delle scuole, delle università e delle aziende italiane che hanno offerto loro l’opportunità di partire.

Certamente i 400 nuovi posti di lavoro per i laureati dei Conservatori previsti nella Manovra sembrano una buona notizia, soprattutto nel quadro di un continuo disinvestimento nella cultura in generale e nell’ambito musicale nello specifico. Ma sono in realtà un tentativo tardivo di rimediare ad un errore del passato di cui già si stavano occupando i giudici.

Che si tratti dei bambini che hanno appena iniziato la scuola, degli studenti universitari, dei lavoratori dipendenti o autonomi, degli imprenditori di prima o seconda generazione, di chi ha appena perso il proprio lavoro o fatica a trovarne uno, di chi è in pensione e vuole restare attivo nella società, di chi vive nei luoghi dove le cose succedono, di chi ogni giorno lavora perché l’innovazione sociale non lasci nessuno indietro.

Un emendamento che si spera metta fine ad una “storia all’italiana” che andava avanti da vent’anni e che riguarda migliaia di lavoratori e le loro famiglie, come pure il funzionamento di centinaia di scuole e la vita di tantissimi studenti.

Per contare di più, c’è bisogno di te

Ritengo essenziale puntare sul sistema educativo, modernizzandolo e portandolo al passo con i tempi. Sarebbe importante puntare non solo sulla formazione degli studenti, ma anche degli insegnanti, affinché siano in grado di insegnare alle nuove generazioni e parlare la loro stessa lingua. Sarebbe importante puntare sulle STEM e sull'internazionalizzazione del sistema d'istruzione, affinché studenti ed insegnanti possano usufruire appieno dei programmi Erasmus+ o altre opportunità messe in campo dall'Europa.
Un altro tema assolutamente importante è l'occupazione e, in particolare, l'occupazione giovanile. Sarebbe necessario investire nella formazione dei giovani e preparali a colmare quel divario, che esiste ed è molto vasto, tra educazione e mondo del lavoro. Non soltanto l'alternanza scuola/lavoro andrebbe potenziata, ma anche all'università bisognerebbe puntare di più su: tirocini, stage, corsi preparatori alla stesura del curriculum, competenze trasversali e transferable skills.

Federica, Bruxelles

Vorrei che +Europa lavorasse per potenziare il sistema dell'istruzione secondaria e universitaria di massa, specie nel Mezzogiorno, con più abbondanti risorse, anche e soprattutto finanziarie, per arginare la dealfabetizzazione.

Alessandro, Provincia di Lecce

Tematiche importanti per l'italia sono un rinnovato sistema educativo, dagli asili nido ai licei, con docenti all'altezza del ruolo, aggiornati sulle ultime ricerche scientifiche in tema di educazione e valutati come manager aziendali; la sanita', per ospedali piu' forniti, puliti e accoglienti, dove l'enorme numero di medici esperti che abbiamo possa esprimere al meglio le proprie abilita' e potenzialita'; parita' di genere, promuovendo una maggiore cultura e consapevolezza circa le minori possibilta' che la societa' oggi offre alle donne, le maggiori difficolta' con cui queste devono lottare per affermare il proprio ruolo nella societa' (maternity e paternity leave, unconscious bias, work/family integration, asili nido in azienda, flexible work hours/arrengements; controllo fiscale, l'italia ha bisogno di piu' valori e cultura, l'italiano deve capire che pagare le tasse e' come sfamare la propria famiglia, lo fara' quando avra' piena fiducia nel modo in cui i soldi pubblici sono spesi... c'e' bisogno di una strategia innovativa su come promuovere questa cultura, in chi paga le tasse e in chi spende i soldi pubblici.

Sara, USA

Scuola ed istruzione. Una vera riforma della scuola che ripensi ai programmi, che valorizzi RICERCA e sperimentazione, un cammino graduale che riporti la scuola italiana ai primi posti in Europa, capace di valorizzare chi ci lavora e possa rimettere al centro l'alunno.un progetto a lungo termine che ripensi alla formazione iniziale e continua dei docenti, che riporti al centro la didattica e che apra ad una nuova stagione di investimenti sull'edilizia scolastica . Una scuola per ciascun bambino che lo accolga, lo faccia sentire protetto e al sicuro, luogo di crescita e confronto,ricco di ambienti stimolanti e capace di stuzzicare curiosità e voglia di apprendere e crescere insieme agli altri.

Fabiola, Siracusa

Valorizzare il sistema scolastico perché sapere significa capire

Livia, Torino

sinergia università, imprese enti locali per lo sviluppo

Alberto, Milano

Riforma del sistema scolastico e universitario, che non deve più essere uno stipendificio per docenti, ma un sistema efficiente, al servizio degli studenti.

Anna, Provincia di Bari

Vorrei che si puntasse sulla istruzione a partire dalla scuola primaria e ancor prima, dell'infanzia.

Formazione di qualità per i nostri studenti ma anche per i nostri docenti. L'insegnamento non può essere relegato ad un meccanismo di punteggi raggiunti spesso in maniera dubbia. L'insegnante, anche quello dell'infanzia, deve essere quello che ha le doti, l'attitudine e la cultura necessarie a farlo, non il più bravo ad accumulare "punti" come al supermercato. Vorrei un ritorno della educazione civica a scuola in maniera forte, perché già da bambini si possa aver coscienza di essere cives e di far parte di una comunità.

Angela, Provincia di Salerno

Vorrei che si mettesse al centro di tutto l'istruzione, che si riparta dal merito e che ci si affidi ai fatti per decidere le politiche più giuste da attuare, a differenza di oggi che si sceglie di ignorare la realtà quando cozza con l'ideologia

Lorenzo, Provincia di Macerata

Erasmus per adulti, spingere anche chi non l'ha mai fatto ed ha magari 50, 60 anni a fare un periodo in Europa facilitato e guidato in modo da non andare nel panico solo all'idea

Leonardo, Milano

Scuola scambi culturali dalle superiori anche per brevi periodi dell'anno

Marcello, Cinisello balsamo

Il partito che vorresti

Raccogliamo le tue idee per costruire +Europa insieme 
Sostienici

Sondaggio

 
1 Pagina 1 2 Pagina 2 3 Pagina 3 4 Complete
1

Sei già iscritto a +Europa?

2

Qual è la tua motivazione a iscriverti a +Europa?

Attraverso quali canali (o persone) sei entrato in contatto con +Europa?

2

Perché stai pensando di iscriverti a +Europa?